assistente vocaleGli assistenti vocali sono ormai diventati un punto di riferimento comune. Sono al momento una delle tendenze più in voga nel settore smart home e, grazie al loro utilizzo intuitivo, ispirano un numero sempre maggiore di nuove tecnologie. Secondo alcuni ricercatori di mercato, altoparlanti con controllo vocale sono una categoria in forte crescita. Se utilizzati correttamente, i sistemi e i componenti a controllo vocale possono rendere la vita quotidiana molto più comoda e garantiscono inoltre un elevato livello di intrattenimento. Una panoramica degli assistenti vocali più diffusi si trova più avanti nell’articolo. L’assistente vocale svolge un ruolo importante soprattutto nel contesto della rete domestica: lampadine, prese e termostati per il riscaldamento si possono controllare tramite comandi vocali.

Assistente vocale Amazon Alexa

Amazon AlexaA partire dal primo Echo, Amazon Alexa si è affermata in modo sempre più diffuso e può contare su una comunità di appassionati molto grande. Praticamente non esiste un dispositivo domestico che non può essere controllato tramite l’assistente vocale Alexa.  il controllo vocale Alexa si abbina con innumerevoli prodotti e sistemi diversi. Questo può apparire all’ inizio come un controllo totale, ma presenta comunque un enorme vantaggio, molti processi e attività sono facilmente automatizzabili.

Uno dei grandi vantaggi dell’assistente vocale di Amazon Alexa è che è connessa in rete (Cloud). Questo permette di acquisire autonomamente le richieste e i desideri di migliaia di utenti e di ampliare le sue competenze. In seguito a molteplici cooperazioni, la gamma di prodotti compatibili con Alexa da parte di altri produttori viene costantemente ampliata.

Come funziona Alexa?

Maggiore è il tempo di utilizzo dell’assistente vocale e maggiore saprà Alexa di te. Dal momento che la trasformazione dei testi umani è molto complessa, il processo di valutazione delle vostre richieste sarà fatto sui server cloud di Amazon. Per far sì che Alexa reagisca in caso di necessità, in ogni dispositivo è presente un microfono. Se nel corso di una comunicazione viene utilizzata la parola “Alexa”, il microfono rileva le frasi pronunciate e le trasmette ad un server. Ma non sei vincolato soltanto alla parola “Alexa” ma puoi anche dire “Echo” o “Computer”. Successivamente la registrazione del suono viene analizzata e valutata nel cloud di amazon in rete. Se il sistema rileva una domanda o un comando, invia la risposta appropriata al tuo dispositivo Alexa. Una volta impostato l’altoparlante smart con Alexa, è necessario collegarlo alla rete Wi-Fi utilizzando l’applicazione Alexa. L’applicazione è disponibile su Amazon, Android e Apple-Store. Per la configurazione è necessario che sia presente un accesso ad Amazon.

Comandi base:

  • Alexa, alza il volume
  • Alexa, metti un pò di musica
  • basta/silenzio/stop
  • Alexa, metti una sveglia alle 7 del mattino
  • Alexa, com’è il tempo?

Dispositivi Amazon Alexa

Echo DotEcho Dot: Il mini altoparlante con controllo vocale Alexa è disponibile ad un prezzo accessibile ed è quindi un buon inizio nel mondo di Alexa. Con l’Echo Dot è possibile gestire la musica, accendere le lampadine o attivare il riscaldamento.

Echo Spot: Invece di utilizzare un semplice altoparlante, adesso Alexa comunica con l’utente anche attraverso un display di forma rotonda e può quindi visualizzare dati più dettagliati sulle condizioni meteo o sulle attuali modalità di riproduzione.

Echo Plus 2: Da un punto di vista estetico, Amazon ha ritoccato l’Echo Plus 2 con estrema cautela. Con la sua fodera di tessuto assomiglia più all’Echo 2 che al successore dell’Echo Plus. In questo caso si tratta di una versione con hub integrato per un controllo più semplice della Casa Smart.

Echo Input: Per meno di 40 euro puoi collegare sistemi hi-fi e altoparlanti Bluetooth alla tua rete Wi-Fi con lo streaming box e controllarli tramite Alexa di Amazon. L’Echo Input è adatto per coloro che desiderano utilizzare le funzioni Alexa nel proprio dispositivo Bluetooth esistente o trasmettere musica in streaming all’impianto stereo.

Siri assistente vocale di Apple

siri appleSiri è l’abbreviazione di Speech Interpretation and Recognition Interface. È l’applicazione di riconoscimento vocale e di gestione delle conversazioni che Apple ha integrato nei suoi iPhone, portatili e smart TV. Siri trasmette i dati vocali a un server Apple, che li elabora e invia i risultati al dispositivo. Per poter utilizzare Siri è necessaria una connessione a Internet. Al fine di aumentare la sicurezza, gli utenti hanno la possibilità di abbinare il richiamo dei dati a un codice.

Molti appassionati di tecnologia conoscono Siri già dal loro smartphone. In combinazione con altri prodotti tecnologici, come ad esempio Alexa, è in grado di trasformare una abitazione in una casa smart, come per esempio regolando le lampadine, controllando le tende, ecc. Quasi tutto può essere automatizzato. Il sistema è protetto da un codice in modo che non tutti gli utenti presenti sul posto possano accedere al sistema vocale.

Dispositivi Apple con Siri

Offerta Apple iPhone XS Max (64GB) - Oro
Offerta Apple Watch Series 4 (GPS) cassa 44 mm in alluminio grigio siderale e cinturino Sport nero
Apple TV 4K (64GB)
Offerta iPad (Wi-Fi, 32GB) - Grigio siderale (Ultimo Modello)

Come si attiva Siri?

Siri può essere attivato in modo semplice e veloce tramite il tasto Home, tranne che sull’iPhone X, o semplicemente tramite il comando vocale “Ehi Siri”. Per consentire a Siri di reagire a queste due parole, un sistema di riconoscimento vocale è permanentemente in azione in sottofondo. Questo riconoscimento opera in modo offline e risponde a questo comando vocale solo se abilitato nelle impostazioni. A questo punto l’assistente vocale riceve ulteriori comandi che vengono trasmessi al server cloud di Apple ed elaborati da quest’ultimo. Per il riconoscimento permanente viene utilizzata la tecnologia Deep Neural Network.

Google Assistant

google chromecastA partire dal 2012, tramite Google Now, Google dispone di un assistente personalizzato che dal 2014 può essere utilizzato anche sul PC. Con il servizio Google Assistant, invece, l’azienda vuole fare un ulteriore passo in avanti. Anche se Google Now, simile a Siri di Apple o Cortana di Microsoft può essere utilizzato per cercare informazioni su Internet, inviare messaggi, impostare segnalazioni e allarmi e regolare le impostazioni del dispositivo tramite comandi vocali, il Google Assistant è stato concepito per fare di più. Ciò è reso possibile dalle ultime innovazioni nel campo dell’intelligenza artificiale (AI).
Come per gli altri dispositivi di controllo vocale, il Google Assistant lavora con un software di gestione vocale che è stato integrato sia sullo smartphone pixel che sull’altoparlante Smart Google Home e Google Home Mini.

Dispositivi gestibili tramite Google Home

Cortana: 

microsoft cortana xboxNel caso in cui si utilizzi il sistema operativo Windows 10 o si disponga di un Windows Phone, probabilmente avete già riscontrato la funzione “Cortana”. Il sistema di intelligenza artificiale può rispondere alle vostre richieste di ricerca, gestire i vostri appuntamenti e molto altro ancora tramite tasto o comandi vocali.

Come si attiva Cortana?

Per attivare Cortana sul vostro PC basta cliccare nel campo di ricerca e inserire una domanda o il termine di ricerca. E’ ancora più facile se hai un microfono integrato. Cliccando sul simbolo del microfono nella casella di ricerca, è possibile utilizzare Cortana direttamente tramite comando vocale. Se l’assistente ti dà fastidio, puoi disabilitarla. Sul cellulare di Windows, accedete alla procedura guidata premendo il tasto di ricerca ( il simbolo della lente d’ingrandimento) e inserite la vostra domanda o il comando vocale.

Dispositivi con l’assistente vocale Cortana

Offerta Xbox One X - Console 1TB

Ultimo aggiornamento 2019-08-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API