Salvaguardare vite umane con rilevatori di fumo e calore (termici)

I rilevatori di fumo, così come i rilevatori di calore sono dispositivi tecnici che innescano automaticamente un allarme in caso di incendio e sono quindi progettati per avvisare le persone all’interno di un edificio. Oltre agli estintori, rappresentano indubbiamente tra le più importanti precauzioni antincendio in ambito domestico  Prima di tutto, una distinzione deve essere fatta tra:

  • Rivelatori di fumo e rilevatori di calore (rilevatore ibrido)
  • Dispositivi stand-alone vs. rilevatori di fumo WiFi
  • Dispositivi con batteria sostituibile o batteria a lunga durata
  • Rilevatori monossidio di carbonio
  • Rilevatore di fumo a ionizzazione
  • Allarmi antincendio per non udenti

Rilevatori di fumo a confronto

Prodotto
Smartwares RM370
HEIMAN Allarme fumo
plurifunzionale !!
Nest Protect
angeleye FL10
Honeywell XC100D
Immagine
Smartwares RM370 Sensore Monossido di Carbonio, Bianco*
HEIMAN Allarme fumo indipendente 10 anni per batteria, VdS, BOSEC, EN14604, rilevatore di fumo certificato CE, sensore fotoelettrico con modalità Hush e pulsante di prova Alarm-626PHS (1 pezzi)*
Nest Protect Rilevatore Di Fumo e CO, Bianco*
First Alert - Rilevatore di fumo e monossido di carbonio per l' uso privato in aree residenziali, 1 pezzi, bianco, sco5 AE di Der*
Honeywell XC100D, Rilevatore di monossido di carbonio*
Adatto per
vicino caldaie, caminetti e cucine | per stanze con una superficie tra 20 m² e 40 m²
cucina, soggiorno, camera da letto, bagno
cucina, soggiorno, camera da letto, bagno | vicino a caldaie | caminetti
cucina, soggiorno, camera da letto, bagno | vicino a caldaie | caminetti
Monitoraggio di stufe a gas, fornelli, caminetti, forni a gas, termocamini e altri caminetti negli ambienti abitativi
Caratteristiche
sensore monossido di carbonio | montaggio tramite viti | allarme acustico 85 dB | | segnale acustico se la batteria è in esaurimento
avviso di batteria scarica | rilevatore fumo | pulsante test | batterie al litio incluse
rilevatore di fumo | sensore monossido di carbonio | avvisi sullo smartphone | sensore di calore | sensore di umidità | sensore di presenza | connesione WiFi
rilevatore di fumo e monossido di carbonio | segnale se la batteria è in esaurimento
rilevatore di monossido di carbonio | Interfaccia utente intuitiva
Durata batteria
1 anno rimuovibili
10 anni non rimuovibili
AA Energizer Ultimate Lithium incluse | rimuovibili
2 X batterie AA 1 anno | rimuovibili
batteria interna al litio 10 anni | non rimuovibile
Assemblaggio
tramite viti
con 2 piccole viti (forniti)
tramite viti
tramite viti
tramite viti
Notifiche smartphone
Pulsante test
Segnale LED
Disattivazione
Dimensioni
12,1 x 16,5 x 4,9 cm
9,5 x 4,1 x 9,5 cm
13,5 x 13,5 x 3,9 cm
12,5 x 5 x 12,5 cm
10,8 x 10 x 5 cm
Prime
Prezzo
22,58 €
16,99 €
da 145,00 €
42,54 €
54,97 €
Prodotto
Smartwares RM370
Immagine
Smartwares RM370 Sensore Monossido di Carbonio, Bianco*
Adatto per
vicino caldaie, caminetti e cucine | per stanze con una superficie tra 20 m² e 40 m²
Caratteristiche
sensore monossido di carbonio | montaggio tramite viti | allarme acustico 85 dB | | segnale acustico se la batteria è in esaurimento
Durata batteria
1 anno rimuovibili
Assemblaggio
tramite viti
Notifiche smartphone
Pulsante test
Segnale LED
Disattivazione
Dimensioni
12,1 x 16,5 x 4,9 cm
Prime
Prezzo
22,58 €
Prodotto
HEIMAN Allarme fumo
Immagine
HEIMAN Allarme fumo indipendente 10 anni per batteria, VdS, BOSEC, EN14604, rilevatore di fumo certificato CE, sensore fotoelettrico con modalità Hush e pulsante di prova Alarm-626PHS (1 pezzi)*
Adatto per
cucina, soggiorno, camera da letto, bagno
Caratteristiche
avviso di batteria scarica | rilevatore fumo | pulsante test | batterie al litio incluse
Durata batteria
10 anni non rimuovibili
Assemblaggio
con 2 piccole viti (forniti)
Notifiche smartphone
Pulsante test
Segnale LED
Disattivazione
Dimensioni
9,5 x 4,1 x 9,5 cm
Prime
Prezzo
16,99 €
plurifunzionale !!
Prodotto
Nest Protect
Immagine
Nest Protect Rilevatore Di Fumo e CO, Bianco*
Adatto per
cucina, soggiorno, camera da letto, bagno | vicino a caldaie | caminetti
Caratteristiche
rilevatore di fumo | sensore monossido di carbonio | avvisi sullo smartphone | sensore di calore | sensore di umidità | sensore di presenza | connesione WiFi
Durata batteria
AA Energizer Ultimate Lithium incluse | rimuovibili
Assemblaggio
tramite viti
Notifiche smartphone
Pulsante test
Segnale LED
Disattivazione
Dimensioni
13,5 x 13,5 x 3,9 cm
Prime
Prezzo
da 145,00 €
Prodotto
angeleye FL10
Immagine
First Alert - Rilevatore di fumo e monossido di carbonio per l' uso privato in aree residenziali, 1 pezzi, bianco, sco5 AE di Der*
Adatto per
cucina, soggiorno, camera da letto, bagno | vicino a caldaie | caminetti
Caratteristiche
rilevatore di fumo e monossido di carbonio | segnale se la batteria è in esaurimento
Durata batteria
2 X batterie AA 1 anno | rimuovibili
Assemblaggio
tramite viti
Notifiche smartphone
Pulsante test
Segnale LED
Disattivazione
Dimensioni
12,5 x 5 x 12,5 cm
Prime
Prezzo
42,54 €
Prodotto
Honeywell XC100D
Immagine
Honeywell XC100D, Rilevatore di monossido di carbonio*
Adatto per
Monitoraggio di stufe a gas, fornelli, caminetti, forni a gas, termocamini e altri caminetti negli ambienti abitativi
Caratteristiche
rilevatore di monossido di carbonio | Interfaccia utente intuitiva
Durata batteria
batteria interna al litio 10 anni | non rimuovibile
Assemblaggio
tramite viti
Notifiche smartphone
Pulsante test
Segnale LED
Disattivazione
Dimensioni
10,8 x 10 x 5 cm
Prime
Prezzo
54,97 €

Rilevatori di fumo come funzionano?

I rilevatori di fumo si comportano in modo simile a quanto avviene con un sistema di preallarme, il che significa che la protezione fornita dal rilevatore di fumo si attiva non appena si sviluppa un focolaio nella propria abitazione. Anche una piccola quantità di fumo potenzialmente pericoloso è sufficiente ad attivare il segnale di allarme. Questo significa che la sirena del rilevatore di fumo avvisa tutti coloro che possono percepire il segnale acustico in prossimità. A differenza di un sistema di allarme antincendio, i rilevatori di fumo NON sono dotati di un sistema di comunicazione integrato in grado di allarmare i vigili del fuoco. Lo scopo di un rilevatore di fumo è relativamente semplice, ma ha anche i suoi limiti.

Per quanto riguarda la struttura, i modelli individuali dei rispettivi produttori si distinguono, anche se la loro funzionalità di base è praticamente in linea con quella di quasi tutti i modelli. Affinché il rilevatore di fumo possa emettere un allarme, deve essere in qualche modo in grado di rilevare il fumo in caso d’incendio. Questo viene svolto tramite la cosiddetta camera di fumo, che allo stesso tempo costituisce anche la base di ogni rilevatore ottico. In genere, un rilevatore di fumo ha un ciclo vitale di circa 10 anni. Durante questo periodo, la sezione di fumo di solito diventa così impolverata di polvere che il rilevatore di fumo potrebbe produrre falsi allarmi. Fornitori di rivelatori di fumo di alta qualità affrontano questo problema con la compensazione della polvere. Questa caratteristica regola la soglia del rilevatore di fumo in base al grado di polvere o altre particelle.

Una delle principali caratteristiche di ogni rilevatore di fumo è la lampadina di controllo a LED. Il LED indica il corretto funzionamento del rilevatore di fumo con frequenza regolare. Nella maggior parte dei modelli il tempo è di circa un minuto. Se si desidera montare il rilevatore di fumo in camera da letto, come ad esempio, un LED che lampeggia costantemente, questo può rivelarsi molto fastidioso.

Rilevatori di calore (termici)

Come suggerisce il nome, i rilevatori di calore o rilevatori termici sono in grado di controllare la temperatura in una determinata area di monitoraggio. In base al modello, l’allarme scatta nel momento in cui viene superata una determinata temperatura o se si riscontra un rapido aumento termico superiore alla media presente nell’ aria circostante.

Ideale per le cucine in quanto rilevano il calore piuttosto che il fumo, quindi non sono soggetti a spiacevoli allarmi dovuti ai vapori provenienti dalla cottura.

Articoli per la sicurezza domestica:

Rilevatori monossido di carbonio

I rilevatori di monossido di carbonio non rientrano, in senso stretto, nella categoria dei rivelatori di fumo. Il loro scopo non è quello di segnalare eventuali incendi, ma di rilevare la presenza del monossido di carbonio. Il monossido di carbonio è un gas di scarico altamente tossico, che è incolore, insapore e inodore, e quindi non può essere percepito da parte di una persona. Anche piccole quantità di monossido di carbonio presenti in un ambiente può causare la morte in un tempo molto breve.

I rivelatori di monnosido di carbonio sono generalmente diffusi soprattutto nelle abitazioni domestiche con caldaie a gas o camini progettati per avvertire tempestivamente di questo pericolo invisibile. Quindi, se si dispone di un impianto di riscaldamento a gas, è opportuno predisporre di un allarme per monossido di carbonio.

Rilevatore di fumo a ionizzazione

Gli impianti di fumo a ionizzazione sono la soluzione più adatta per rilevare piccole particelle di fumo provenienti da incendi incandescenti e di rapida apparizione. I rilevatori di fumo a ionizzazione contengono una piccola quantità di materiale radioattivo (americio-241) in mezzo a due piastrine caricate elettricamente, in modo da ionizzare il flusso d’aria e creare una tensione elettrica tra le piastre. Nel momento in cui il fumo penetra dentro a una stanza, interrompe la corrente e attiva un allarme. I rilevatori di fumo a ionizzazione scattano a causa del fumo prodotto durante il cibo bruciato o dal vapore prodotto da una doccia, per cui è possibile ottenere falsi allarmi se il dispositivo è  stato collocato in cucina o vicino al bagno.

I rivelatori di fumo a ionizzazione contengono una piccola quantità di materiale radioattivo (solitamente americio 241), che è completamente innocuo se il dispositivo non è danneggiato, ma non deve mai essere rimosso dal rivelatore e ingerito o respirato.

Dispositivi stand-alone vs. rilevatori di fumo WiFi

Accanto ai tradizionali dispositivi di sicurezza, sono disponibili rilevatori di fumo che possono essere connessi a Internet via WiFi. I vantaggi di un tale dispositivo sono ad esempio:

  • Il rilevatore di fumo invia automaticamente notifiche al vostro smartphone e vi informa sui pericoli e sullo stato di manutenzione del dispositivo.
  • Se sono presenti più rilevatori di fumo in casa, i dispositivi sono accoppiati tra loro. Nel caso in cui un dispositivo rilevi la presenza di fumo, anche gli altri rilevatori ne vengono a conoscenza. Il segnale acustico verrà emesso da tutti i rilevatori.
  • In caso di emergenza, un clic sul vostro smartphone condurrà al numero telefonico della centrale di soccorso.

Rilevatori di fumo e calore con batteria sostituibile o batteria a lunga durata

Nella maggior parte dei casi i rivelatori di fumo vengono alimentati a batteria. Da un lato si tratta di una soluzione utile, perché non è necessario preoccuparsi di cavi ingombranti durante il montaggio. D’altra parte, la funzione tramite una batteria è sempre associata a una certa durata della batteria. I rilevatori di fumo sono generalmente azionati da una batteria da 9V.

Il vantaggio delle batterie fisse integrate è che di solito durano 10 anni, motivo per cui molti cittadini e uomini d’affari utilizzano sempre più spesso questa soluzione. I costi per un rilevatore di fumo con batteria integrata a lunga durata sono ovviamente un po’ più elevati. Le pile alcaline vantano una autonomia standard da uno a due anni e sono la classica forma di batterie. Pertanto, la loro sostituzione dovrebbe avvenire al massimo dopo 2 anni. Rilevatori di fumo con batterie sostituibili sono la soluzione più economica.

Allarmi antincendio per non udenti

Per garantire la massima sicurezza anche a persone non udenti sono disponibili rilevatori di fumo appositamente ideati e progettati per le persone non udenti. In caso d’incendio, le fiamme non rappresentano il pericolo maggiore. La maggior parte delle vittime di un incendio non è colpa delle fiamme, bensì dell’avvelenamento dal fumo. I rivelatori di fumo per non udenti sono quindi dotati di segnali ottici e sensori tattili aggiuntivi. Il suono è di solito anche molto forte, in modo da poter essere percepito da persone con problemi uditivi limitati. In caso di perdita dell’udito, è necessario ricorrere ad altre soluzioni. In particolare, la più evidente è naturalmente un segnale ottico, che il soggetto interessato è in grado di vedere bene. Per tale motivo, molti rivelatori di fumo per non udenti utilizzano segnali ottici.

Nel caso in cui il rilevatore di fumo rileva un valore critico, viene emesso un segnale via radio. Il ricevitore produce quindi un segnale luminoso o un flash. Si tratta di una luce molto più luminosa rispetto, ad esempio, a una normale fonte di luce domestica e che attira più attenzione grazie all’alta frequenza di oscillazione. In caso di non voler fare affidamento solo sui propri occhi, è possibile ottenere l’allarme attraverso un segnale vibrante. In particolar modo durante il sonno, sono in molti a non voler fare affidamento unicamente sul fatto di essere svegliati da rilevatori ottici. Con i sistemi di vibrazione è possibile percepire anche la presenza di fumo. Un ricevitore portatile che funge da dispositivo vibrante può sempre essere comodamente portato in tasca.

Dove e come deve essere montato un rilevatore di fumo?

Di solito il montaggio di un rilevatore di fumo è relativamente semplice, poiché le viti e altro materiale di montaggio sono quasi sempre in dotazione. Quindi, se si dispone di una chiave e, se necessario, di un trapano diventa tutto un gioco da ragazzi. Oltre a viti e tasselli, la maggior parte dei rilevatori di fumo sono dotati d’istruzioni per l’uso.

Ma per un montaggio adeguato non è necessario soltanto effettuare il montaggio stesso, ma anche scegliere il posto adatto. Durante la fase di fissaggio è importante che il rilevatore di fumo sia sempre posizionato il più centralmente possibile al soffitto. La distanza da lampade o ventilatori da soffitto deve essere non inferiore a 50 cm.

è importante che il rilevatore di fumo sia sempre posizionato il più centralmente possibile al soffitto

I rilevatori di fumo si montano SEMPRE sul soffitto, in modo ideale al centro della stanza. La distanza dalla parete successiva, da mobili deve essere di almeno 50 cm. Ciò di cui molti non sono a conoscenza è che un secondo rilevatore di fumo è necessario se la stanza è superiore a 60m².

La camera da letto e la cameretta dei bambini sono le due stanze a cui prestare la massima attenzione. Dopo tutto, l’unico motivo per cui la maggior parte degli incendi non vengono rilevati in tempo o solo con grande ritardo è perché i gas tossici di fumo non vengono notati da persone che dormono o in maniera del tutto casuale, anche a causa della percezione dell’olfatto che si interrompe durante il sonno. Trattandosi di fumo e gas tossici, anche piccole quantità possono mettere in pericolo la vita. Il fumo può, inoltre, oscurare la visibilità, impedendo agli occupanti di uscire dalle aree d’incendio.

E’ preferibile rinunciare all’installazione di ulteriori rilevatori di fumo nei bagni e nelle cucine, in quanto il pericolo di falsi allarmi è molto elevato. Se non volete fare a meno, sono disponibili modelli sostitutivi. Per bagni e cucine si consiglia l’uso di rilevatori di calore, che non generano falsi allarmi.

Come disattivare i rilevatori di fumo?

I rilevatori di fumo si attivano di tanto in tanto, sia a causa di un difetto tecnico o a causa dell’aumento effettivo delle quantità di fumo. È possibile spegnere la maggior parte dei dispositivi tramite un pulsante. Se il rivelatore di fumo viene disattivato, accertarsi che si tratti di un falso allarme.

Come disattivare un rilevatore di fumo che emette un segnale acustico?

  1. Se il rilevatore di fumo si attiva correttamente, cioè se il fumo o il vapore è aumentato, ad esempio da una sigaretta o da un pasto bruciato, di solito è di grande aiuto far defluire sopra l’apparecchio con un panno o simile dell’ aria fresca. Nella maggior parte dei casi il rilevatore di fumo si spegne automaticamente non appena è stata rimossa la fumosità.
  2. Molti sensori di fumo dispongono di un tasto di controllo. Se viene azionato per alcuni secondi, il rilevatore di fumo si spegne da solo.
  3. Se il rilevatore di fumo non smette di emettere segnali acustici anche se non c’è presenza di fumo, è necessario rimuovere le batterie. A tale scopo, rimuovere il coperchio posteriore e scollegare la batteria dai contatti. E poi rimpiazzarli dopo pochi minuti.
  4. Nel caso in cui il rilevatore di fumo continuasse a emettere un segnale acustico dopo che la batteria è stata rimossa e sostituita, ciò potrebbe indicare che la batteria è scarica. In questo caso inserire le nuove pile.
  5. Se la sostituzione della batteria non aiuta, allora il rilevatore di fumo potrebbe essere guasto.

 

 

 

Ultimo aggiornamento 2019-10-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API