Il sistema Philips Hue come funziona?

Dal momento del lancio sul mercato nel 2012, il sistema d’illuminazione Philips Hue è uno dei sistemi LED più diffusi che può essere controllato tramite la tecnologia wireless. Questo grazie al fatto che il sistema d’illuminazione a LED di Philips Hue è più flessibile di qualsiasi altro sistema ed è ottimizzato anche per l’utilizzo con Amazon Echo. Sono disponibili diversi tipi di lampadine, lampade da tavolo e persino strisce luminose. La luce può essere controllata sia tramite uno smartphone con un sensore di movimento Philips Hue o via voce con Amazon Alexa. In tal modo è sufficiente accenderlo e spegnerlo, ma anche dimmerarlo.

 

Allestire Philips Hue

Il sistema d’illuminazione Philips Hue è di solito rapido e semplice da applicare. Tutto quello che dovete fare è semplicemente sostituire una lampadina esistente con una lampadina Hue o posizionare in qualsiasi punto e collegarla all’alimentazione elettrica. Successivamente è necessario collegare il Philips Hue Bridge alla presa di corrente e al router tramite la connessione alla rete presente. Una volta accese tutte e tre le spie di controllo dell’Hue Bridge, si può scaricare l’applicazione Philips Hue dall’Apple Store o dal Google Play Store, in base al proprio smartphone.

L’app Philips Hue ti accompagna passo dopo passo attraverso l’installazione e in pochi minuti il sistema d’illuminazione Philips Hue è pronto per l’uso. Anche per coloro che non hanno molto a che fare con questa tecnologia, è un gioco da ragazzi. Inoltre le nuove lampadine Hue sono facilmente integrabili nel sistema d’illuminazione senza grande sforzo tramite l’applicazione Philips Hue App e premendo il pulsante sul Philips Hue Bridge. Anche la loro sostituzione e rinominatura è abbastanza facile da eseguire.

L’applicazione di Philips Hue

Il punto di forza della Hue-App, oltre al controllo in tempo reale, consiste nella creazione di cicli di routine. All’interno dell’applicazione è possibile raggruppare le lampadine nelle stanze, creare scene di colore, progettare routine, avviare il timer e aggiungere impostazioni di sicurezza. È dove tutto viene creato prima che l’Hub comunichi alle lampadine cosa fare. La parte più significativa è il continuo aggiornamento dell’app con nuove funzionalità. E inoltre è anche il luogo in cui aggiungere nuove lampadine al sistema Hue.

Potrai utilizzare l’applicazione per accendere e spegnere le luci, cambiare i colori e la luminosità e puoi anche controllare le lampadine quando sei lontano da casa, a patto di aver creato un account Hue e di aver effettuato l’accesso all’interno dell’applicazione. Anche se sei a casa o fuori casa, l’app è in grado di stabilire se hai lasciato le luci accese per errore o se accenderle quando ritorni.

Philips Hue e Alexa

Dal primo lancio dei dispositivi Amazon Echo, il sistema Philips Hue è stato inserito nell’Alexa Voice Service. Tutti i dispositivi Smart Home e gli apparecchi d’illuminazione collegati al Philips Hue Bridge sono gestibili tramite comando vocale Alexa. L’unica eccezione è l’Echo Plus, uscito a fine autunno 2017, che dispone di un bridge integrato con la cosiddetta interfaccia ZigBee e non richiede ponti esterni. Con Echo Plus è possibile collegare direttamente il sistema d’illuminazione Philips Hue.

Dispositivi Philips Hue

Con il sistema d’illuminazione a LED Philips Hue puoi tuffarti in un mare di colori. Utilizzando un’applicazione, un comando vocale o uno switch wireless, è possibile regolare autonomamente l’intensità della luce e la tonalità dei colori in base all’umore o all’attività.  La Philips Hue utilizza lo standard ZigBee ed è quindi compatibile con i LED e i gateway di altri produttori che utilizzano anche ZigBee. Grazie alla semplicità d’impostazione, al comfort di utilizzo e alle possibilità di applicazione in continua espansione, è particolarmente adatto a coloro che si avvicinano per la prima volta alla Smart Home.  Basta un semplice kit di base e il ponte Hue Bridge per trasformare la vostra casa in una casa più smart. Per connettere il bridge (la mente del sistema), è necessario un router Wi-Fi.

1Philips Hue Bridge

Per connettere il bridge (la mente del sistema), è necessario un router Wi-Fi. Il bridge crea una rete wireless ZigBee a cui possono connettersi le lampadine Hue. Le lampadine Hue creano anche una rete mesh, dove ognuno pùo comunicare con altri utenti presenti in rete, il che significa che non si verificano inconvenienti dovuti alla portata del bridge. L’Hue Bridge è dotato di un cavo Ethernet che consente il collegamento al router e, ovviamente, di una presa di corrente. Di conseguenza, è necessario posizionare l’Hue Bridge vicino al router. Con il Philips Hue Bridge che funge da centro di controllo è possibile abbinare fino a un massimo di 50 lampadine.

Offerta
Philips Hue Bridge 2.0 Controllo del Sistema, senza Fili, Bianco*
Philips - Cucina
59,95 € −5,51 € da 54,44 €

2Starter Kit Philips Hue

Lo starter kit di Philips Hue contiene tre lampadine a LED e un centro di controllo che si collega tramite il cavo ethernet al vostro router. Le lampadine hanno un aspetto piuttosto comune, grazie a un attacco rapido E27.  La comunicazione tra le lampadine e il bridge avviene tramite un protocollo wireless chiamato ZigBee, utilizzando la stessa banda radio a 2,4GHz di Wi-Fi e Bluetooth.

Tutte le lampadine sono in grado di comunicare tra di loro senza il nucleo centrale; possono infatti creare una rete mesh in cui le lampadine distanti comunicano e trasmettono con una più vicina, anziché con il bridge che può trovarsi fuori portata. Adottando il sistema, è possibile avere tre lampadine nella stessa stanza o in stanze diverse, anche se molti dei sistemi d’illuminazione preimpostati utilizzano colori diversi, in modo da funzionare al meglio con le tre lampadine esposte insieme.

  • Philips Hue Alternative Philips Hue migliori alternative- Philips Hue le migliori alternative Con ogni probabilità il sistema d'illuminazione più conosciuto nel settore della Smart Home è Philips…

3Lampadine smart Philips Hue

Le lampadine bianche e a colori collegate a Philips ti permettono di estendere il tuo sistema d’illuminazione a un’infinità di possibilità per godere di una luce di alta qualità e ottimizzare così le tue sensazioni personali grazie alle diverse variazioni di luce disponibili. Si possono così avere una varietà di colori e contrasti per creare un’ atmosfera personalizzata. Per utilizzare le lampadine collegate a Philips, in dotazione nel Starter Kit  o vendute separatamente è necessario il “Philips Hue Bridge” per gestirne il funzionamento.

Il controllo della luminosità, disponibile in tutte le luci a LED, offre una specifica tonalità di colore che favorisce la qualità della concentrazione durante l’uso. In diverse istituzioni universitarie sono stati effettuati numerosi esperimenti d’illuminazione che hanno confermato il miglioramento della concentrazione degli studenti.

4Philips Hue striscia LED

Negli ultimi anni, il sistema Philips Hue ha sperimentato diversi aspetti formali che si traducono in opzioni portatili alimentate a batteria come l’Hue Go, un paralumi da comodino con lampadina integrata, e persino una serie di luci esterne impermeabili per il giardino o delle LightStrips (strisce a LED) che sono adatte ad aggiungere colore e ambiente nel vostro salotto.

Con le strisce a LED di Philips, che sono ideali per ogni tipo di ambiente musicale e clima, le LightStrip di Philips Hue offrono un’ esperienza di luce  piacevole in ogni circostanza. Le LightStrips sono invisibili sotto mobili, superfici e angoli, fornendo un’illuminazione diffusa senza attirare l’attenzione. Se desiderate prestazioni superiori, scegliete la Philips Hue Lightstrip Plus con questa variante otterrete la versione premium rispetto a quella di serie, in quanto ha un’emissione luminosa particolarmente elevata.

5Philips Hue lampade da soffitto e da tavolo

Insieme ai set di base e alle lampadine a LED, Philips arricchisce la gamma con lampade da tavolo, a sospensione e da soffitto in un design di alta qualità. In ogni caso, non costituiscono un fattore determinante per la messa in funzione del sistema Philips Hue. La lampadine a LED sono dotate di tecnologia wireless, in modo che qualsiasi vecchia lampadina possa essere utilizzata anche a casa.

6Sensore di movimento

Il sensore di movimento Philips Hue è un dispositivo alimentato a batteria, che si può collegare al Philips Hue Bridge. Con la app è possibile scegliere alcune stanze che il sensore di movimento potrà attivare. La messa in funzione del rilevatore di movimento tramite l’ppp  è molto semplice,come ogni altro dispositivo di Philips Hue. È sufficiente indicare il numero di serie e quindi individuare il rilevatore di movimento. Una volta trovato, è possibile effettuare ulteriori impostazioni. I sensori di movimento svolgono un ruolo importante in ogni casa smart poiché aiutano ad automatizzare i processi e a risparmiare energia. In questo modo, è possibile, per esempio, utilizzare un sensore di movimento per attivare l’illuminazione del vialetto al rientro degli utenti.

7Telecomando Dimmer

Un numero crescente di dispositivi domestici può essere controllato o monitorato tramite applicazioni dello smartphone. A partire da dispositivi multimediali, sensori climatici, robot aspirapolvere e sistemi di riscaldamento. Svariate soluzioni consentono anche di controllare l’illuminazione della stanza tramite un’applicazione sullo smartphone. Si tratta però di soluzioni che non sono necessariamente “smart“, se bisogna prendere ogni volta lo smartphone per accendere o spegnere le lampadine. Per tale ragione Philips ha lanciato nel 2015 “l’Hue Wireless Dimming Switch“, un’altro interruttore wireless per il sistema Hue.

La procedura di configurazione dello switch è molto semplice: basta avviare l’applicazione Hue, selezionare “impostazioni“, poi “i miei dispositivi” e infine aggiungere lo switch al sistema tramite la funzione “collegare nuovi dispositivi”. In questo modo è possibile assegnare direttamente all’interruttore una scena di tonalità esistente oppure selezionare le lampade che devono essere comandate dall’interruttore. Non è invece necessario integrare l’interruttore nel sistema Hue o in alternativa, le lampadine sono anche collegabili direttamente senza il Hue Bridge (fino a 10 lampadine).

8Illuminazione outdoor

Tutti i prodotti della nuova gamma Philips Hue Outdoor sono pienamente compatibili con l’ecosistema Philips Hue e funzionano allo stesso modo di quelli da interno. È sufficiente collegare l’illuminazione esterna al Philips Hue bridge e controllare l’illuminazione con la semplice pressione di un tasto, un’applicazione sullo smartphone, Homekit o una centralina domotica  e questo indipendentemente dal fatto che siate fuori casa o in casa.

Esattamente come per l’interno, la linea outdoor di Philips è suddivisa in due categorie. Le lampadine bianche, collegate e controllabili da qualsiasi luogo, ma che danno solo una luce bianca con variazioni di luminosità. E le lampadine a LED bianche e a colori, che permettono di creare atmosfere luminose di ogni tipo con un quadro di 16 milioni di colori. Faretti da esterno, lampade a parete o proiettori. La varietà di scelta della linea Philips Hue White Outdoor consente di scegliere il prodotto più adatto alle necessità espressive e d’illuminazione personale della vostra casa.

Ultimo aggiornamento 2019-10-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API