Docking Station e Hub USB C migliore per il tuo telelavoro e lo Smart Working

Disponete già di un computer o di un portatile con un’ interfaccia USB C di ultima generazione e vi servono connessioni aggiuntive per lo Smart Working e telelavoro? Allora scegli uno di questi dispositivi nella tabella sottostante.

Table could not be displayed.

HUB USB C – un numero massimo di interfacce USB!

Il connettore USB è probabilmente il collegamento più noto nel settore tecnologico. Che si tratti di un portatile, di un Mac Book, di un iPad, di uno smartphone o di un card reader, la connessione è onnipresente. Un cavo USB consente il trasferimento di dati, audio e immagini da un dispositivo all’altro. Il cavo viene spesso fornito anche come accessorio per i dispositivi con funzione di ricarica.

In questo caso il connettore viene utilizzato per caricare la batteria. Il più recente di questi è lo standard USB 3.1 Tipo C. Si tratta di una connessione USB con una forma simmetrica, cioè può essere inserita anche “a testa in giù”. Il connettore è particolarmente piccolo. Per questo motivo viene sempre più utilizzato su dispositivi mobili sottili. Inoltre, l’USB 3.1 tipo C è spesso l’unico collegamento su un dispositivo, quindi si assume tutti i compiti. Tuttavia, una singola porta USB spesso non è sufficiente. Ad esempio, se si desidera collegare lo smartphone al PC mentre la stampante è in uso. In tal caso, un hub USB-C può essere d’aiuto.

Questo è semplicemente collegato al PC e offre diverse interfacce USB-C. Di conseguenza, più processi possono essere eseguiti contemporaneamente con un unico hub USB-C. In questa guida scoprirete tutto quello che è necessario per capire cosa significa il multiporto. Illustriamo le caratteristiche più importanti, spieghiamo i vantaggi e gli svantaggi e diamo consigli utili se si vuole acquistare un HUB USB C.

Hub USB C attivo e passivo – conoscere la differenza

Se guardiamo attentamente più da vicino, si può notare che sono disponibili due diversi tipi di HUB USB C.

Hub USB-C attivo

  • Viene collegato con l’alimentatore
  • È molto potente grazie al collegamento alla rete elettrica
  • Consumo maggiore di energia elettrica
  • possibilità di ricaricare uno smartphone o smartwatch
  • dotato di funzione di ricarica rapid
  • il hub attivo ha sempre bisogno di una presa nelle vicinanze
Amazon Basics - Hub USB-C 3.1, 10 porte, con alimentatore - 65 W (20 V/3,25 A), Nero*
  • Questo hub a 10 porte trasforma 1 porta USB-C 3.1 in 10 porte USB-A 3.1; ideale per ricaricare e sincronizzare smartphone e tablet; supporta la ricarica Apple
  • Comprende 7 porte USB 3.1 con velocità di trasferimento dati fino a 5 Gbps e 3 porte aggiuntive a ricarica rapida (fino a 2,4 A con dispositivi compatibili BC 1.2) utilizzabili anche per il trasferimento dei dati
  • Dotato di alimentatore (20 V/3,25 A) per una sincronizzazione sicura ad alta velocità; dimensioni compatte per una comoda portabilità; disponibile nei colori nero e argento
  • Compatibile con USB 3.1, 3.0 e 2.0; compatibile con Mac OS e Windows 10; non sono necessari software né installazione
  • Dimensioni: 145 x 44 x 23 mm

Hub USB C passivo

  • Consente una maggiore flessibilità
  • prende l’alimentazione dal computer o portatile

La variante scelta dipende dalle vostre preferenze. Si dovrebbe usare l’hub USB soprattutto se si pratica il telelavoro o lo Smart Working. Se date grande valore ad alte prestazioni, dovreste scegliere un hub attivo. È possibile anche collegarlo ad un’alimentazione elettrica.

i-tec USB C Slim Passive Hub 4 Port Senza Alimentatore di Rete Ideali per Notebook Tablet PC Supporta Win Mac OS Compatibile con Thunderbolt 3*
  • Espandi il tuo notebook, tablet o smartphone con il nuovo connettore USB-C o Thunderbolt 3 per 4 porte USB standard
  • 4 porte USB A 3.0 per il collegamento di dispositivi USB 3.1/3.0/2.0 e trasferimento dati ad alta velocità (5 Gbps)
  • 1 USB-C 3.1 gen. 1 cavo per collegare HUB a notebook, tablet, PC o smartphone, compatibile con Thunderbolt 3
  • Rilevamento della ricarica USB di dispositivi mobili, funzione Plug & Play
  • Sistema operativo Windows 7 32/64bit, Windows 8 32/64bit, Windows 8.1 32/64bit, Windows 10 32/64bit, Mac OS, Linux, Android 6 o superiore, Chrome R51 o superiore

Inoltre una dock USB-C può contenere molte funzioni utili:

  • Collegamento Ethernet
  • Collegamento wireless
  • Connettore HDMI
  • Bluetooth
  • Card Reader

Inoltre l’hub USB-C può essere collegato a Internet tramite una connessione Ethernet. Una connessione HDMI può trasferire immagini e audio fino a 4K su un adattatore USB-C.

In sostanza, USB 3.1 significa che si ha molta libertà. È possibile collegare l’apparecchio da entrambi i lati. Dovreste chiedervi quali dispositivi volete collegare. Dopo tutto, ci sono varianti che richiedono più di una semplice porta USB. Tra questi, ad esempio, il masterizzatore DVD. Si dovrebbe anche considerare se si vuole utilizzare una porta HDMI sull’hub USB-C.

Che interfacce (connessioni) sono disponibili sugli hub USB C?

Alcuni modelli hanno un solo tipo di connessione hub USB-C, ovvero porte USB aggiuntive. In pratica sono solo un distributore e consentono di collegare diversi dispositivi via USB a una singola porta del computer.

Molti dispositivi sono dotati di altri tipi di connettori, tra cui HDMI, LAN o uno slot per una scheda SD o micro-SD. La nostra panoramica vi mostra le differenze.

Tipo HUB USB C

  • per lo più 4-7 porte USB per vari dispositivi come stampante o macchina fotografica
  • niente più imbarazzanti riposizionamenti
  • Tutto collegabile con un solo cavo USB

Hub USB C con HDMI

  • combina tutti i vantaggi di un normale hub USB
  • porta HDMI supplementare per la diffusione di video e audio
  • consente la riproduzione di video 4K tramite l’hub

Hub USB C con scheda di memoria

  • spesso in combinazione con la porta HDMI
  • consente la lettura diretta da schede SD
  • Foto e video possono essere visualizzati direttamente

USB-C 3.1 vantaggi e svantaggi rispetto alle versioni USB precedenti

Vantaggi:

  • può essere inserito da entrambi i lati
  • L’USB 3.1 consente velocità di trasferimento notevolmente più elevate (teoricamente fino a 10 Gigabit al secondo)
  • Il caricamento dei telefoni cellulari ecc. è più veloce
  • Possibilità di caricare anche i portatili e i netbook (senza cavo di ricarica aggiuntivo)
  • I video 4K possono essere riprodotti da un dispositivo esterno
  • Le piccole dimensioni consentono un design più piatto per smartphone ecc.
  • Adatto per la trasmissione di video, audio e dati

Svantaggi:

  • I vecchi apparecchi senza interfaccia USB-C possono essere collegati solo tramite adattatore
  • Quando si sostituisce la spina jack: è necessario un adattatore per sistemi HiFi ecc.

USB Power Delivery: i dispositivi con questa funzione possono caricare i tablet

USB Power Delivery, o USB-PD in breve, è una specifica per la ricarica di dispositivi elettronici tramite un cavo USB. Fino ad ora, solo gli smartphone potevano essere caricati tramite USB. In futuro, PD dovrebbe essere in grado di fornire energia anche ai computer portatili.

A seconda dell’apparecchio, dell’alimentatore e del cavo, alcuni apparecchi possono essere caricati, sebbene lentamente. Affinché tutto funzioni senza problemi, è necessario un cavo USB attivo con componenti elettronici nella spina, in modo da poter far passare più di 3 ampere di corrente. Solo così è possibile ricaricare in modo efficace e rapido.

Ad esempio, se il vostro Apple USB C Hub offre PD, assicuratevi di avere un cavo C compatibile per sfruttare appieno le capacità di ricarica del vostro USB C Hub di ricarica.

USB Battery Charging

USB Battery Charging, o in breve USB BC, è una modalità che garantisce la ricarica di smartphone e tablet tramite USB.

Se il connettore è marcato BC, fornisce 1,5 ampere per porta, che è sufficiente per una carica rallentata dei dispositivi. Quindi, se volete poter ricaricare i vostri apparecchi mobili tramite hub, avete bisogno di un hub USB C con funzione di ricarica – quindi fate attenzione a questa indicazione!

Che cos’è in realtà una docking station?

I classici PC desktop vengono impiegati in maniera sempre più sporadica negli uffici moderni. Una docking station universale USB 3.0 è ormai diventata uno standard. Dal 2014 è stata aggiunta un’ulteriore specifica. Con il tipo di docking station USB-C sono possibili velocità di trasferimento fino a 10 Gbit/s.

docking station tradizionale

HUB USB C e docking station: quale sono le differenze?

Adattatore USB-C Un “classico” hub USB C è un distributore. In questo modo è possibile creare più porte USB da un unico collegamento USB. Ad esempio, un hub USB C può avere sette porte USB aggiuntive, in modo da poter collegare sette dispositivi al computer portatile.

Invece il vantaggio di una docking station è la possibilità di utilizzare il notebook anche quando è completamente chiuso. Il display su un monitor esterno e il funzionamento tramite una tastiera e un mouse sono comunque possibili. Tutti i dispositivi periferici possono essere collegati al dock. Per l’uso mobile, il portatile viene solitamente sganciato tramite un interruttore meccanico, con il quale l’apparecchio viene scollegato completamente dalla periferia connessa. Un altro vantaggio di una docking station è che la batteria viene caricata quando necessario, non è necessaria un’alimentazione supplementare per il notebook. Sfortunatamente, solo poche linee di modelli commerciali dispongono di docking station.

Differenze tra il formato USB 2.0. e il formato USB 3.0

Non importa quale hub USB C comprate. I numeri di versione USB (1.0, 1.1, 2.0, 3.0 e 3.1.) vi informano sulla rispettiva velocità di trasferimento del connettore USB. Più alto è il numero di versione, più veloce è il trasferimento dei dati. Tuttavia, per raggiungere la massima velocità, sia il dispositivo host che la periferica devono essere dotati della relativa versione. Se un connettore ha una versione inferiore, tale versione determinerà la velocità.

Attenzione! Il tipo C non è necessariamente collegato alla versione 3.1 USB, ma può essere utilizzato anche con versioni più lente. Quindi, se avete bisogno di USB che trasferiscono dati velocemente, allora non considerate principalmente il tipo, ma le specifiche di generazione.

  • USB 2.0 raggiunge una velocità di trasferimento di circa 0,5 Gbit/s
  • Il formato USB 3.0 raggiunge una velocità di trasferimento di circa 5.0 Gbit/s
  • USB 3.1 raggiunge una velocità di trasferimento di circa 10,0 Gbit/s

Sono tutti gli hub USB copatibili verso il basso?

Generalmente, tutte le porte USB sono retrocompatibili. Tuttavia, è necessario l’adattatore appropriato se si desidera collegare, ad esempio, un connettore USB 2.0 di tipo A ad un USB 3.0 di tipo C. Tenete presente, tuttavia, che la velocità di trasferimento parte sempre dalla porta inferiore. Nel nostro esempio i dati vengono quindi trasmessi via USB 2.0 – cioè con circa 0,5 Gbit/s.

In questi casi, spesso si riceve un messaggio di sistema che indica che il dispositivo potrebbe funzionare meglio. Lo scenario si verifica, ad esempio, se si collega una tastiera USB 3 ad una porta USB 2.

Ultimo aggiornamento 2021-07-23 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API